L'angolo delle poesie di Rocco Grimaldi

SOGNO DI UN BRACIGLIANESE

Nu’ jorn

Nu’ jor’n me scetai,

Pa cap girat

E guardanne all’ aria,nutai o ciel grigio.

Pe’ nattimo pensaje, a macchina pigliaie

e nu giro po paes facette.

N’ coppa a via n’a femmena truvai,

e chianu chianu, cumme jo saccio fa,,

dinto o liet ma purtai.

N’a bella nuttate passai,

spensierat e rilassat.

 

 

O' MASCUOTTO

 

"O' mascuotto" e pane

è il massimo soprano

per i cristiani rappresenta il corpo

del massimo Sovrano.

 

"O' mascuotto" è bello da guardare

buono da gustare

ottimo da mangiare.

 

Quando viene mostrato

nel piatto o nella cesta,

al chiuso o all'aria aperta,

basta già il suo profumo

a inondar il tuo palato.

 

Quando si sta in compagnia

ci mantiene in allegria,

un boccone tira laltro

e ci fa sazi e chiatti.

 

Il "mascuotto" fra le mani

fà rallegrar chi si ama.

 

E' NATA

E' nata una stella di nome Lisa,

con capelli neri, e' gli occhi azzurri.

il suo corpicino abbronzato,

con i primi suoi movimenti lenti e continui,

fa divertire la mammina, il papino,

a chi la guarda da lontano, e da vicino.

Con il ciuccio tra le dita fa deliziare anche i piccini,

con i biscotti fra le mani fa rallegrare non solo i nonni,

ma anche i bisnonni.

LI 14/07/2011 PRO ZIO

Rocco Grimaldi

...

RESPIRO

Io ti respiro,

sei nella mia pelle,

sulle mie labbra.

Io ti respiro,

sei la mia aria,

il mio cielo,

il paradiso che ho dentro.

Sei la rugiada che risveglia ogni alba,

sei il battito d'ali di una farfalla,

un sospiro del cuore,

io ti respiro.

Sei un raggio di sole che accendi la penombra,

sei la luna, che illumina la notte,

sei il mio universo, la mia isola, il mio faro, che da luce al tuo volto,al tuo corpo, al tuo cuore.

Sei il manto di stelle d'argento che veste le galassie,

io ti respiro.

Sei la purezza, la dolcezza, l' incanto di un silenzio,

la melodia del mondo,

la luce del mattino,

il sorriso di un bambino,

io ti respiro.

Sei l'immenso, la fine dell' infinito,

la magia di un abbraccio,il canto delle sirene.

Sei il volo notturno di un angelo,

sei la mia felicita'

sei la mia gioia,

perche' dopo di te, non ci sara' piu' respiro.

...

SEI STATO TU

SEI stato tu, irriquiete dopo la tempesta,

sei stato tu, un vulcano in eruzione,

sei stato tu, la forza dei miei giorni,

ed ora dovro', dovro' abituarmi,

a non pensarti piu',

a non vederti, a non vederti piu'.

Dovro'essere io, felice,

dovro' essere io, contento,

dovro' essere io, soddisfatto,

dovro' dire alla mia amica, si', era destino.

Ma chissa' se un giorno sapro' dire:

al mio cuore...........e' finita.

...

AMORE

Ti amo amore,

da quando ti ho visto,

il mio cuore batte, batte si, solo per te.

Prima di te vivevo nell' ombra,vivevo nell' oscurita',

la mia mente era sempre offuscata,

la mia mente era carica da cattivi pensieri.

Tu sei stata L'unica, l'unica al mondo, che sei riuscita a liberarmi di tutto.Adesso,

Ho bisogno di incontrarti sempre, nel mio cuore,

nel buio, in pieno giorno, all' alba,

in tutti i momenti della giornata e non solo.

Tu sei l'unico sostegno,

tu sei l'unico riferimento,

tu sei l'unica donna per me,

ed io ti amo cosi' tanto che nessuno riesce a farmi separare da te.

...

LIBERO PENSIERO

Era una coppia, una coppia tranquilla,tranquilla,si',

sul serio.

Non litigavano mai,

andavano d'accordo l'uno con l'altro,

e l'altro con l'uno.

Quando si decideva su qualche commissione, qualche decisione,

erano d'accordo intrambi, anzi d'accordissimo.

Ma tutto ad un tratto, non si capi', non si'capi piu'nulla,

arrivarono alla rottura, all' odio, ai ferri corti.

La ragazza, di nome Marika, bella, simpatica, solare, eccezionale.

un fisico stupendo dagli occhi color del cielo, e capelli neri.

L'ammiravano tutti, tutti gli correvano dietro,

una tipa socievole, amichevole , aperta subito all'amicizia,

passava da una discoteca all' altra, e una cosa porta cosa,

da un ballo e l'altro, con il suo saper fare, un bel giorno abbordo' lui.

Il suo nome era Francesco, bello simpatico anche lui,

da uno sguardo ad una carezza, si sono innammorati a prima vista.

I due nammuratielli sono felici, allegri,

e contenti l'uno con l'altro,

e l'altro con l'uno.

...

Giuseppe il farmacista

L' amico Femia DOTT. Giuseppe,Farmacista,

é un ' uomo bravo, buono, e disponibile.

Un vero lavoratore,con tanta tanta pazienza.

Ama la vita, vive, e lascia vivere.

Non si arriabbia mai,non si scoraggia mai,

tratta con amore la sua famiglia, e la guida con serieta'

da non farci mancare mai nulla,ed e sempre attento,

perche' sinceramente, fare oggi il genitore e difficile, difficile veramente.

Da molti anni svolge codesta professione,

e scrupoloso al massimo, lo fa con passione, con il cuore,

con serieta' ed attezione.

I suoi pazienti, i suoi clienti, li tratta con i guanti bianchi, da non metterli mai in difficolta'.

Ogni cosa, ogni domanda, che gli venga fatta ,tiene subito,

pronta la risposta, la risposta giusta, ed esatta.

Spiega correttamente, in modo da far capire: i giovani, i meno giovani, i laureati e non.

E una persona preparatissima da non mettere in imbarazzo,

da non mettere in difficolta' nemmeno il suo piu' nemico al mondo.

...

AMORE

Tiamo, tiamo, tiamo,

tiamo amore da quando ti ho visto.

Il mio cuore batte, batte a cnto allora solo per te.

Prima di te, vivevo nell' ombra,

le mie giornate erono triste, brutte, e monotone.

Sei tu, riuscito, a farmi sentire,

unica, grande, e sola al mondo.

I tuoi occhi hanno trafitto il cuore,

con te ho scoperto, una ragione per vivere,

per stare meglio, per sorridere sempre, amarti,

amarti cosi tanto, che nessuno puo'riuscire alla nostra separazione.

...

TU PER ME SEI

Tienimi nei tuoi pensieri,

scrivi il mio nome, sul prato verde,

senti il suono, l'eco della parola amore.che da lontano giunge alle tue orecchie.

Dammi un affetto singero,

che mai nessuno ha saputo darmi.

salvami dalle cose cattive,

prima che impazzisco.

tu per me sei la voglia di vivere,

e di sorridere,

sei una giornata ricca di calore e di dolcezza,

sei l'anima della vita,

sei il sangue che scorre nelle mie vene,

sei la mia droga,

sei tutte le belle,belle cose che la vita ha creato,

che la vita ci ha donato.

Io cosa sono per te?

 

TU PER ME SEI

TU PER ME SEI LA VOGLIA DI VIVERE

E DI SORRIDERE.

TU PER ME SEI UN RAGGIO DI SOLE,

CHE MI RISCALDI,

SEI LA MIA VITA.

SEI IL SANGUE CHE NELLE MIE VENE SCORRE,

SEI LA MIA DROGA,

MI TIENI NEI TUOI PENSIERI SEMPRE,

SEI SEMPRE TU,TU CHE SCRIVI IL MIO NOME,

SULLA SABBIA CON LE PIETRE CHE SCOTTANO,

MI SALVI DALLE COSE CATTIVE,

MI DAI UN AFFETTO SINGERO,

CHE MAI NESSUNO HA SAPUTO DARMI,

SEI TUTTE LE BELLE COSE CHE LA VITA CI HA DONATO.

IO COSA SONO PER TE.

 

TI PENSO

Quando ti penso mi brillano gli occhi,

il cuore batte forte forte, ed io sono contenta,

quando ti penso abbandono i miei pensieri,

le tue labbra sfiorano le mie,

il tuo viso e vicino al mio,

le tue mani incatenate alle mie.

Ti penso ogni attimo, ogni secondo, ogni minuto.

Sei la mia ossessione,

tutto, ogni cosa, ogni gesto, mi fa pensare a te.

se tu mi pensi, come io penso a te,

dolce amore mio, TIAMO,

non smetterò mai di dirlo,

ne' di farlo,

ne' di pensarlo.

TIAMO TIAMO TIAMO...

...

AMICO

Avevo un amico,

un consigliere,

un fratello,

da lui ho ricevuto,

è accettato rimproveri,

lodi, consigli, attenzioni,

insoddisfazione,

da lui, ho imparato tanto,

l'umilta', la felicità,

il perdono,

tranne una cosa, la sincerità,

ed ho sofferto tanto,

pensando che era solo un' amicizia di interesse?

...

 

LE CILIEGIE

HO RACCOLTO LE CILIEGIE,

NELL'UMIDA SERA.

ERONO CILIEGIE SUCCOSE, DOLCE,

E BELLE DA GUARDARE.

IL LORO COLORE,ERA NERO LUCIDO,

LA LORO FORMA DI CUORE AVEVANO,

COME LA FORMA GEOMETRICA DEL NOSTRO BRACIGLIANO.

LA CHIAMAVANO LA SPERNOCCHIA, COME LA CHIAMANO ANCORA OGGI,

LA SPERNOCCHIA DI BRACIGLIANO.

BUONA E GUSTOSA DA MANGIARE,

AL PUNTO TALE CHE QUANDO SI STAVA A TAVOLO IN COMPAGNIA,

GESTICOLANDO CON LE MANI, UNA TIRA L'ALTRA,

DIVENTAVA, CHE DIRE UNA DANZA, UNA FESTA,

SI CREAVA UN MOMENTO DI GIOIA E DIVERTIMENTO.

...

LIBERO PENSIERO

LINA

Lina, una donna sempre allegra,

sempre felice,

sempre contenta.

Non molla mai,

ad ogni richiesta,

ad ogni esigenza,

ad ogni intervento,

ad ogni organizzazione,

sia quando si tratta di cose belle,

sia quando si tratta di cose meno belle,

e sempre pronta,

e sempre disponibile,

non si rifiuta mai,

soprattutto se si tratta di soccorrere un'ammalato,

se si tratta di intervenire con una puntura,

con una flebe,

con qualsiasi tipo di medicazione e quant altro.

Corre sempre da una casa all'altra,

non si dispera mai,

e una persona umile,

buona,

e brava.

e una persona che aiuta a tutti,

dal piu piccolo al piu grande,

dal meno grave al moribondo,

anzi vi dico di più,

soccorre prima i nemici,

poi gli amici,

e poi i familiari.

Qualsiasi cosa che organizza,

lo fa prima per gli estranei,

e poi con i suoi paesani.

Vi posso garantire che Lina Calabrese,

e stata nominata l'infermiera professionale

porta a porta,"dico che va da una casa all altra"

della bella città di Bracigliano (Sa).

Io sottoscritto Rocco Grimaldi di "Piazza Torre"

della frazione Pero di Bracigliano dedica queste

poche parole scritte sul pezzo di carta bianca alla signora

Immacolata Calabrese detta Lina con affetto amicizia e stima.

...

INNAMMORATO

Mi sono innammorato,

innammorato a prima vista.

E una ragazza bellissima, sensibile, e tranquilla.

La mosca sotto al naso,

non le passa,

perche' lei ama , vuol bene ,

a chi la rispetta, la rispetta veramente.

Odia le persone di poco valore,

odia le persone che non lavorano,

e gli vieta, anche di far l'amore,

senza neanche un po' di timore.

Per non capitare, capitare nei guai,

di questo mondo cosi disastrato,

iniziando dalle male lingue,

a queste catastrofe naturale,

che da frane, ai terremoti,

dai terremoti, ai maremoti e quant' altro.

...

Rocco Grimaldi racconta:

Stavo seduto ad un tavolino,

in "PIAZZA TORRE" della frazione PERO della bella bracigliano,(SA),

nominato cittadella della musica,

e della poesia.

Toc toc, sulla mia spalla mi senti bussare,

girai la testa, guardai ,

ed era una bella donna, con capelli biondi,

che cercava qualche moneta,

perche' nulla aveva mangiato,

e quella moneta gli serviva per comprare,

un tozzo di pane,

e un po di companatico.

Per le tasche dei pantaloni cercai,

e solo venti euro trovai.

La donna bionda,

anche se era tutta mortificata, demoralizzata,

giu' di morale,

si prende queste poche monete,

e disse:tu sei un 'uomo bravo, buono, e disponibile.

Tu hai un cuore, un cuore grande come l'elefante.

Tu sei un uomo grande e generoso.

Io Rocco che sono un timidone,

ascoltando queste belle parole,

con le lacrime agli occhi,

mi avvicinai alla bella donna,

la baciai, lei si abbraccio' a me,

e gli disse: ciao e buona fortuna.

...

OTTO MARZO

Tra la donna, e l' uomo,

si dice:oggi è parità,

ma nulla è verità.

E' stata, vuol stare, e stà,

sempre al centro dell' attenzione,

sempre a comandare,

sempre a dirigere,

ad ogni idea, ad ogni pensiero,

ad ogni iniziativa, ad ogni gesto,

sembra un maestro, sembra un direttore,

quando dirige una banda musicale.

Man mano che passano i giorni,

i mesi, e gli anni,

la bella donna si accorge,

che da comandante passa a caporale,

e pian pianino si consuma come una sigaretta

e dopo via si getta.

L'uomo invece tutto mortificato,dalla bella donna padrone,

che portava al suo fianco disse:mò basta, chi comanda sono io,

chi dirige sono io,

chi decide il tutto sono io.

L'uomo da caporale passò a comandante,

e la bella donna,

da comandante passò a caporale, e dall' illusione,

perde il comando,

perde la direzione ,

e anche i pantaloni.

...

NON PENSARE A NULLA

Vieni con me, e

non pensare a nulla,

non pensare a niente,

coraggio, e senza paura,

andia', andiamo a vivere insieme,

spienserati, tranquilli, e beati.

Non pensare, non pensiamo,

neanche a chi ci vuole bene piu' di tutti.

Lasciamo questo paesello,

per andare in un altra cittadella,

noi due, uniti e compatti,lavorando,

con il nostro fisico,

con la nostra mente,

con le nostre forze,

una vita ci costruiremo,

per vivere in santa pace,

e serenita, gli altri ultimi giorni della vita

che in Signore ci ha donati.

...

IN MEZZO AL MARE

Era una notte d' estate,

con la barca in mezzo al mare andavo,

andavo lentamente, per osservare,

nell' oscurita', qualche frammento di stelle luminosa,

ma nulla si vedeva.

Guardando poi, a testa bassa,

osservavo dei gabbiani che si rilassavano sull' acqua salata.

Tutto ad un tratto, si all' improvviso un malore,

il cuore ando' in fibbrillazione,

il cervello mi scoppiavo dal dolore,

pochi minuti passavano, e una voce da lontano si sentiva,

non preoccuparti il brutto e passato,

piano piano torna a casa,

ci sono io,Maria madre di dio che ti faccio compagnia.

...

Monica

Era una giornata calma, calda, e serena.

Navigando sul mio punto com,

davanti ai miei occhi, mi

passò una bella foto,

dico, bella veramente.

Una foto da ammirare,

da osservare,

da guardare.

Il suo nome era Monica,

un fisico incantevole,

da far bloccare il cuore.

Due occhi neri,

e neri, erano anche i capelli.

Gli scrisse,cara ci vediamo,

alle otto e ventitre in piazza Navone,

e sul mio P C appari subito il si,

ci vediamo li'.

Minuto dopo minuto,

ora dopo ora,

scattò, cosi il primo bacio,,

il primo abbraccio,

il primo ricordo.

...

Per incantare te

Per incantare te dovrei prima incantare me

gli incantesimi dell'antico lago

tombe dai tanti sogni sfuggiti si sono eclissati per incantare te

dovrei chiudere gli occhi e riaprirli dopo mille anni

risvegliato da un sogno sfuggito

potrei chiedere ad un angelo di prestarmi le sue ali

mi dispiace non conosco angeli

sono solo io e non so se questo può bastare per incantare te

...

Prima comunione

Orsola, piccola e bella ..vestita di bianco…

T'accingi per la prima volta al santo altare,

per ricevere l'ostia consacrata del corpo di Cristo.....

Sei tu un angioletto che si stringe al nostro Signore Gesù......

Sei tu la stella che illumina i cuori di mamma e papà....

Sei tu il raggio che offre luce, gioia, serenità e pace.....

Nei tuoi occhi si legge tanta, tanta felicità.......

Sei tu il rubino che splende leggiadro, incontrastato....

Oggi è la tua festa…… e tutti noi rivolgiamo a te un invito che nasce

direttamente dal cuore e che possa essere di auspicio

per un presente splendido e un futuro denso di soddisfazioni

e di ricchezze soprattutto interiori...

.

Solo per te

Mani che tremano,

occhi che piangono.

Tu ... .. che non ci sei più.

Sono solo in quest'immensità.

La mia testa è ricca di illusioni,

il mio corpo colmo di passione,

il mio cuore zeppo di dolore.

Basta con la guerra:

io cerco pace, cerco me stesso.

Il fiume e' in piena,

i ghiacciai si stanno sciogliendo:

raccogli queste acque;

lascia che il vento spazzi dal tuo cielo le nuvole

ed io, sole, splenderò solo per te.

Un amore finito

Quando finisce un vero amore,

si spegne pian piano anche il mio cuore ... ...

che tristezza pensare a te, al tuo sorriso, alle tue carezze

sul mio viso ... Ma tu, non ci sei più la vita è vuota e

insignificante senza te,

i giorni trascorrono inutilmente

chiedendomi il perché di tutto ciò ... ..

di questo strazio... quello che resta di noi e' solo dolore.

Mi manca il tuo corpo, la tua anima, il tuo cuore ... ... che pena!

a volte penso che sarebbe meglio morire!

forse anche tu ci pensi,

col viso bagnato oppure, ahimè, mi avrai già dimenticato!

da qualche tempo neanche la pioggia scende più giù ... ... .

Ormai è quasi Natale e di quel passato

non resta che il nulla anzi no, tristi ricordi, dolci parole ...

dentro la mente solo il ricordo di un passato ormai al tramonto.....

Vetro appannato

Incollato col naso

dietro un vetro appannato

vedere la pioggia danzare

sentire dentro piangere il cuore.

Pensare a te al tuo sorriso

le tue carezze sul mio viso

ma non ci sei qui con me

la vita è vuota senza te.

Tu sei il mio sogno proibito

tu sei un amore finito

io un ragazzo sbagliato

che ti ho sempre mentito.

Una storia ormai al tramonto

che non vale più di tanto

ma tutto nel mondo dovrà passare

quello che resta è solo dolore.

lo ti amo ancora da impazzire

non posso far finta di non capire

mi manca il tuo corpo, la tua anima il tuo cuore

quello che mi resta è solo morire.

Tu sei il mio sogno proibito

tu sei un amore finito

io un ragazzo sbagliato

che ti ho sempre mentito

Forse ci penso col viso bagnato

forse al contrario mi avrai scordato

stasera guarderò in fondo alla luna

chiedendo alla vita un po' di fortuna.

Neanche la pioggia viene più giù

nel cielo immenso ritorna il blu

e tutto il triste e piangente passato

resta solo quel vetro appannato

Sonia

Sonia,

dolce come lo zucchero,

precisa come I' orologio,

amabile come il miele.

Una ragazza, acqua e sapone,

Affascinante, romantica,

a volte un po' testarda.

Gli piaceva fare la pendolare,

da un posto bello, ad un altro ancora più bello.

Haimé

tutto ad un tratto,

da una stanza all’altra,

da cosa, porta cosa,

un toc toc si sentì,

aprì la porta,

e disse: con una voce, sottile e rauca:

"vado via".

Pian pianino,con le lacrime agli occhi,

girò le spalle,in punta di piedi,

e se ne andò.

Se ne andò, in un luogo,grande, non per il grande nome,

non per grande territorio, o quant' altro,

ma per il posto ricco, ricco per il lavoro.

.

IMMA

IMMA,

Facilmente si commuove,

per il suo caratterino.

Ma è svelta e ordinata,

per le sue cose, in generale.

Le piace andare in giro,

dalla sera alla mattina,

a guardare e ad osservare,

con gli occhi spalancati,

è tutta concentrata.

E' mamma, super mamma,

perchè guarda i suoi figli

e anche quelli degli altri.

E' un dono che ha in se,

che il Signore, padre di tutti noi

gli ha donato.

TERESA

Teresa, una donna, brava, buona e disponibile,

forte di carattere,

sempre pronta, e con tanta, anzi tantissima pazienza.

E' come un sistema d’allarme, dal quale esce un suono

e lei scatta come un elastico

ad ogni rumore,

ad ogni vibrazione,

ad ogni parola,

ad ogni gesto,

della mamma.

A suo papa', alle sorelle, al fratello,

ai suoi cari nipoti, e alle persone che conosce,

e che non conosce,

non si rifiuta mai, per qualsiasi cosa e in qualsiasi momento.

Lavora h 24, senza mai fermarsi,

facendo lavori in casa e non.

Accudisce la mamma, dalla A alla Z

la quale non è stata, e non sta bene.

Gli fa da infermiera,

gli fa da assistenza continua,

gli fa di tutto e di più.

Per lei, per noi, e per tutti è la Madonna,

la più bella di questo mondo sei tu: "MAMMA".

Papa' , tu si l’onore e sta famiglia, lo dico con le parole,

e dal profondo dei mio cuore.

Loro due insieme, hanno fatto tanti sacrifici,

per portarci avanti,

da piccoli, ma anche da grande,

ci son stati sempre vicini,

sia nei momenti belli, che nei momenti meno belli,

sia nel momenti allegri, che nei momenti tristi,

non ci hanno mai abbandonati, o lasciati soli.

Noi figli, abbiamo, e facciamo la stessa cosa,

loro con noi, e noi con loro,

sempre riuniti tutti insieme.

E' apparsa una stella

E' apparsa una stella,

di nome Marilena,

con un cuore grande,

con la sua bella e suadente,

fascinosa voce,

fa incantare il suo stile da sciantosa,

fa ballare a chi e' briosa,

con il microfono tra le mani,

fa guarire chi soffre per il domani.

QUAN FA A MOSS in TIVVU'

fa deliziare da giu' in su'.

L' universo stratosferico

Ci appare quando sta sul palcoscenico.

La giuria di stallone

La giuria di stallone

è composta da campioni

dal presidente al consigliere

e da tante mongolfiere

sono bravi buoni e seri

e si riuniscono di sera

tutti stanno li seduti

ad assegnare voti

e a mandar bacini

ad ogni signorina

Per dare un voto ad un bambino

stanno come i canarini

per dare un voto ad un maschietto

lo fanno col fischietto

per dare un voto alle signore

stanno come i cavolfiori

per dare un voto generale

sono come i marinai

per dare un voto alla sciantosa

sono come maccaroni

per dare un voto a chi presenta

si mettono sugli attenti

questa è la giuria di stallone

che è come un casinone

Lavoro e felecità

Tre anni or sono, capitò,

che nel mezzo della giornata lavorativa,

del mese di Ottobre, mi trovai,

sulla mia scrivania, una lettera,

con la quale, mi veniva annunciato che,

dovevo lasciare la sede ed il lavoro,

in quanto ero stato comandato in un'altra sede,

con le stesse mansioni di lavoro e con la stessa categoria,

per un attimo rimasi sorpreso e senza parole,

perché si trattava della sede Municipale del mio Paese,

la bella Bracigliano, ma subito dopo mi ripresi ed il mio cuore

si riempì di gioia e felicità,

a pensare che andavo a lavorare nella sede Comunale del mio Paese

era il massimo che potevo augurarmi,

la bella Bracigliano, la cittadella della musica,

arte che io prediligo che seguo con passione,

i miei vecchi colleghi, onestamente devo riconoscere,

mi hanno sempre trattato come uno di loro,

con rispetto ed amabilità, così in verità,

mi sono comportato anche io nei loro confronti,

tutto il bene dimostrato è stato veramente reciproco,

arrivato nel mio bel Paese, ovvero nella sede Comunale di Bracigliano,

a prendere servizio, il mio primo pensiero,

fu quello di andare a salutare il Sig. Sindaco dott. Ferdinando Albano,

al quale, dopo i doverosi saluti, gli feci i miei ringraziamenti

per avermi accolto nel Suo Ente,

come lavoratore Comandato dalla Regione Campania,

il Sig. Sindaco mi assegnò al I Settore " Affari Generali",

avente come Responsabile dello stesso la dott.ssa Maria Santaniello,

la quale si mostrò subito con grande disponibilità,

con garbo ed amabilità mi guida nel mio lavoro quotidiano,

con il mio collega di stanza il Sig. Ciriaco Rescigno,

mi trovo benissimo, è sempre disponibile e garbato,

in ogni situazione che si presenta,

sia nei miei confronti che con tutti gli altri colleghi e non,

a Bracigliano nell'ambiente di lavoro,

ho trovato la mia seconda famiglia,

tutti mi hanno accolto con piacere e grande disponibilità,

colleghi, Responsabili di Settore

e tutta l'Amministrazione Comunale,

l'ambiente di lavoro è perfetto,

quando c'è da lavorare si lavora con serietà ed attenzione

in qualche momento di pausa capita di scherzare,

con i colleghi, con garbo e rispetto, nei limiti

dell'educazione, veramente come fossimo in una grande famiglia.